Efficientamento edifici scolastici, ancora disponibili 250 milioni di euro

Stanziati circa 250 milioni per finanziamenti a tasso agevolato a favore delle scuole pubbliche che effettuano interventi di efficientamento energetico degli immobili scolastici.

I circa 250 milioni disponibili saranno concessi sotto forma di prestiti ad un tasso agevolato pari allo 0,25%.

Possono beneficiare dei finanziamenti agevolati i soggetti pubblici proprietari di immobili pubblici destinati all’istruzione scolastica, inclusi gli asili nido, e all’istruzione universitaria, nonché di edifici pubblici dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM). Tra i possibili beneficiari sono inclusi anche quei soggetti pubblici, come ad esempio le Province, che hanno in uso tali immobili a titolo gratuito o oneroso. 

Tra i criteri minimi richiesti per l’accesso ai finanziamenti, vi è l’obbligo di aumentare l’efficienza energetica dell’edificio di almeno due classi energetiche, il rispetto dei requisiti tecnici minimi e dei costi unitari massimi individuati dal Dm 28 dicembre 2012 (Conto Termico), l’adeguamento impiantistico, antisismico e di sicurezza e la bonifica dell’amianto.

Per ogni ulteriore approfondimento, consigliamo di consultare il testo del Dm Ambiente 14 aprile 2015 e del Dm Ambiente 22 febbraio 2016.

Riferimenti

  • Dm Ambiente 22 febbraio 2016 Riprogrammazione delle risorse del Fondo Kyoto per l’efficientamento energetico degli edifici scolastici.
  • Dm Ambiente 14 aprile 2015 Misure per l’efficientamento energetico degli edifici scolastici.

Finiture 007 (3)

Il risparmio

La miglior fonte di energia rinnovabile è il risparmio. Clicca qui per scoprire come approfittarne.

Conoscere i consumi

Tutti sappiamo quanto consuma la nostra auto. Ma quanto consuma la nostra casa?
Una maggiore consapevolezza sui propri consumi induce di per sé un risparmio stimato tra il 5% e il 20%.

Gruppi di acquisto

Cosa fa "GAS" un gruppo di acquisto? Coinvolge gruppi di cittadini in un percorso di acquisto di impianti fotovoltaici, di solare termico, acquisto energia certificata, ecc.

Cosa fare?

Poca conoscenza ai cittadini, informazioni frammentarie e confuse, poca fiducia in merito alle opportunità che derivano dalla realizzazione di interventi di efficienza energetica, sia in termini di risparmio sia di eventuali contributi che fare ? Contattaci