Le fonti rinnovabili

A differenza delle fonti fossili le fonti rinnovabili sono distribuite in natura e rappresentano un risorsa energetica il cui sfruttamento non comporta il rilascio in atmosfera di gas ad effetto serra.

Il loro sfruttamento a fini energetici avviene mediante opportuni impianti di “conversione dell’energia”; queste tecnologie trasformano l’energia fornita sottoforma di fonte rinnovabile in energia la cui forma è compatibile con i nostri utilizzi. Per esempio, un pannello fotovoltaico trasforma la radiazione solare in energia elettrica compatibile con i nostri bisogni (altrimenti mettendo una lavatrice sotto il sole questa non funzionerebbe: l’energia va convertita).

Alcune differenze tra fonti rinnovabili e fossili sono:

a) non sono programmabili: mentre per una centrale a carbone posso programmare quando farla funzionare, per un pannello fotovoltaico o per una pala eolica non riesco a sapere a priori quando produrrà e quanta energia verrà generata;

b) sono distribuite nel territorio: le fonti rinnovabili sono presenti nel territorio e sono diffuse sulla superficie della terra; le fonti fossili sono concentrate nei Paesi produttori di fonti fossili (petrolio, carbone, gas naturale);

Differenza fra fonti fossili e fonti rinnovabili

Le fonti non rinnovabili (fossili) sono costituite essenzialmente da depositi di dimensioni finite di materie prime energetiche (idrocarburi, carbone, uranio); sono localizzate in un numero limitato di aree ma possono essere estratte, trasportate ed utilizzate altrove dando luogo a scambi commerciali tra i vari paesi interessati (non rinnovabili secondo i tempi di sfruttamento dell’energia).

Le fonti rinnovabili sono fonti quali l’energia idraulica, solare, eolica, delle maree, geotermica, biomasse, etc e sono vincolate nello spazio e limitate ed imprevedibili nel tempo.

Il risparmio

La miglior fonte di energia rinnovabile è il risparmio. Clicca qui per scoprire come approfittarne.

Conoscere i consumi

Tutti sappiamo quanto consuma la nostra auto. Ma quanto consuma la nostra casa?
Una maggiore consapevolezza sui propri consumi induce di per sé un risparmio stimato tra il 5% e il 20%.

Gruppi di acquisto

Cosa fa "GAS" un gruppo di acquisto? Coinvolge gruppi di cittadini in un percorso di acquisto di impianti fotovoltaici, di solare termico, acquisto energia certificata, ecc.

Cosa fare?

Poca conoscenza ai cittadini, informazioni frammentarie e confuse, poca fiducia in merito alle opportunità che derivano dalla realizzazione di interventi di efficienza energetica, sia in termini di risparmio sia di eventuali contributi che fare ? Contattaci